Recensione: Half Lost di Sally Green

cover-half-lost

Nathan è ancora una volta in lotta contro il tempo. Soul, il tirannico Incanto Bianco che con un colpo di mano ha assunto il pieno controllo del Consiglio, ha preso di mira l’Alleanza degli Incanti Liberi, ormai ridotta a pochi elementi, in perenne fuga e pericolo di vita. L’unico modo per uscire dall’impasse è sorprendere il nemico, e attaccarlo dove meno se lo aspetta: nel suo cuore strategico, quel palazzo del Giudizio a cui Nathan è legato da tristi ricordi. Per entrarci però non bastano i nuovi Doni che Nathan sta faticosamente tentando di padroneggiare: occorre qualcosa di più, un leggendario amuleto con il potere di rendere invincibile chi lo indossa. Il prezioso artefatto è però nelle mani di Ledger, un Incanto Nero che gioca da battitore libero. Nathan parte per gli Stati Uniti portando con sé le speranze dei ribelli, ma anche le sue ferite.

Sei stato via parecchio tempo. Ti eri perso?

Ero ferito, non perso.

N.B. SPOILER DI HALF BAD E HALF WILD. NON LEGGETELA SE NON AVETE LETTO I PRIMI DUE LIBRI DELLA SERIE!

Half Lost è l’ultimo libro della trilogia Half Life di Sally Green (di cui vi avevo già parlato qui).

Ho letto questa serie in circa una settimana (ad un tratto mi sono dovuta imporre di alternare secondo e terzo libro con altre letture per non finirla in pochi giorni) ma devo dire che è stata una delle trilogie più belle che ho letto nel 2016..

Nel giro di pochissimo mi sono affezionata moltissimo ai personaggi, a Nathan, Gabriel, Marcus,.. mi ha colpito la profondità di questa trilogia che ha trattato temi importanti non perdendo la trama e il cui finale mi ha lasciato sotto choc..

Half Bad, il primo libro della serie, mi ha subito fatto amare il personaggio di Nathan che con il suo atteggiamento mi ha subito conquistata, quel suo essere un personaggio “al limite”, né buono, né cattivo.

Per non parlare di Gabriel, l’unico che capiva veramente Nathan e che lo amava a prescindere dal suo “colore”, un Incanto Nero migliore di moltissimi Incanti Bianchi.

Dio quanto li shippo..

f2c2a4895cd794a031b3dbe3b3b1268f

Ma torniamo a parlare di Half Lost..

HALF LOST MI HA DISTRUTTA. 

NON LEGGETELO SE NON VOLETE ESSERE MASSACRATI PSICOLOGICAMENTE PERCHÉ SUCCEDERA! 

Marcus, padre di Nathan e super-cattivissimo Incanto Nero è morto (inutile dire che mi ero presa una bella book-crush per Marcus..), ucciso da Annalise (LA ODIO LA ODIO LA ODIO LA ODIO), primo grande amore di Nathan e persona meno preferita da Gabriel.

Morendo Marcus convince Nathan a mangiare il suo cuore e il figlio acquista così facendo tutti i poteri del padre insieme ad una non tanto lieve forma di pazzia e sviluppa un giustificatissimo istinto omicida nei confronti di Annalise.

5

GNAM!

L’unica speranza di vincere la guerra è quindi nelle mani di Nathan e della sua originale salute mentale che dovrà imparare a convivere con i suoi nuovi poteri per sconfiggere finalmente il regime tirannico degli Incanti Bianchi… quando lui vorrebbe solo vendicarsi di Annalise.

All’inizio di Half Lost ci troviamo davanti ad un Nathan distrutto, fisicamente e psicologicamente.

Distrutto per la morte del padre, schiacciato dal senso di responsabilità e devastato per la delusione nel trovare anche in Annalise, suo primo grande amore, una nemica.

Io odio Annalise. La odio dal primo libro perché me lo sentivo che avrebbe combinato qualcosa, che avrebbe rovinato la vita di Nathan.

Gabriel, invece, è perfetto! Lui capisce entrambi i lati di Nathan, sia quello bianco che quello nero e rimarrebbe (ed è rimasto) vicino a lui a qualunque costo anche quando doveva vedere tutti i giorni il ragazzo di cui è innamorato fare il fidanzato felice con un’altra.

QUANTO.

ODIO.

ANNALISE.

Nathan è sempre stato un personaggio complesso ma Sally Green ha saputo renderlo un protagonista in continuo mutamento e ha sempre saputo sorprendermi.

Gabriel.. Io adoro Gabriel, sul serio! È perfetto! Il suo rapporto con Nathan mi ha fatto piangere, sorridere, commuovere.. E le due novelle Half Lies e Half Truth mi hanno fatta innamorare ancora di più di lui perché, a differenza di Annalise, meritava che Nathan ricambiasse il suo amore.

Credo che ormai lo abbiate capito ma a me questo libro è piaciuto. Moltissimo.

So che molti lo hanno criticato per il finale ma per quanto mi abbia emotivamente distrutta non mi sento di criticare l’autrice per la sua scelta.

È stata una scelta coraggiosa e per questo la rispetto…

…però mi ha fatta stare malissimo.

Half Lost (The Half Bad Trilogy, #3)Half Lost by Sally Green

My rating: 5 of 5 stars

Ma…
Ma..
Ma…
Sono in una valle di lacrime..
Ma come si fa’ a far finire un libro così?! Persino clockwork princess ha un epilogo meno straziante!
Perché?!
Sto malissimo..
Ditemi che è tutto uno scherzo e che il vero half lost uscirà domani!
Questo libro è come le pallottole magiche dei cacciatori! Ti entra dentro e si muove fino a raggiungere il cuore per annientarti completamente!
Ma cosa è saltato in testa all’autrice?! COSA?!

View all my reviews

Questa è stata la recensione che ho lasciato su goodreads quando ho finito il libro.. Sì, ero “un po’ alterata”.. Più in preda ad una crisi isterica..

“Sally Green ha regalato al suo racconto una conclusione struggente, credibilissima.”
“Un epilogo toccante, malinconico e perfetto.”

Però quando nella quinta di copertina ci sono scritte recensioni del genere un po’ bisogna sapersi preparare psicologicamente..

Di questo serie, poi, mi è piaciuta l’originalità. Quando ho comprato Half Bad sapevo poco o nulla della trama, infatti credevo fosse un distopico (già.. imbarazzante..) ma già al primo libro è entrato tra le mie serie preferite e non appena sarò emotivamente pronta rileggerò l’intera serie.

Il mio voto è prevedibilmente di 5 pan di stelle.

Mentre come consiglio di lettura che vi lascio in questa recensione (se avete già letto Half Lost e vi è piaciuto) scelgo “Magisterium – l’anno di ferro” di Cassandra Clare e Holly Black.

 Buona lettura!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...