Recensione: Shatter Me

Recensione Shatter me

264 giorni chiusa in una cella, senza contatti con il mondo, perché Juliette ha un potere terribile: se tocca una persona può ucciderla. A tenerla prigioniera è la Restaurazione, un gruppo militare che intende usarla come arma. Scappare è impensabile, finché nella cella di Juliette entra Adam, un soldato semplice che scopre di essere immune al suo tocco. Il loro incontro è la scintilla che accende una speranza, la chiave che potrebbe aprire mille porte. Perché la vita li chiama, oltre i muri della prigione.

 

 

Lo ammetto. Ho comprato questo libro solo per la copertina.

E per tutte le recensioni positive, ovviamente.

Ma principalmente perché sapevo che avrebbe fatto un figurone sulla mia libreria!

E, alla fine, sono stata fortunata perché il libro mi è piaciuto davvero moltissimo!

Ma, prima di passare a parlare dei contenuti, vorrei spendere due parole sulla copertina e sull’edizione..

Shatter Me è un romanzo del 2011 che era già stato pubblicato in Italia con il titolo schegge-di-me-le-tazzine-di-yoko“scheggia di me” e con un’altra copertina; la serie comprende 3 libri e due novelle ma in Italia avevano tradotto solo il primo volume della serie.

Quest’anno la Rizzoli (anche in vista della futura serie tv basata sui romanzi) ha deciso di ripubblicare Shatter Me e sono stata davvero felice quando ho scoperto che avrebbero tenuto la cover originale!

Io ho una vera e proprio ossessione per le cover e proprio non capisco il ragionamento che c’è dietro alla decisione da parte di alcune case editrici di cambiare una cover stupenda con una non dico brutta ma nemmeno all’altezza dell’originale (tranne per le serie di Percy Jackson, in questo caso le nostre copertine sono decisamente più belle!).

Spero davvero che faranno lo stesso con i sequel perché queste cover sono davvero splendide!

shatter me series.jpg

Parlando della storia.. È il classico distopico: dopo una gravissima crisi globale, carestie, guerre un gruppo, la Restaurazione, ha preso il potere e incarcera e punisce chiunque gli si opponga.

Juliette è una ragazza affetta da una terribile maledizione: può arrivare ad uccidere una persona anche solo toccandola e per questo è stata rinchiusa in un istituto psichiatrico in completo isolamento, cacciata di casa dai suoi stessi genitori che non sono mai riuscita ad amarla, come chiunque altro.

Dopo quasi un anno di completo isolamento le viene assegnato un compagno di cella, Adam, che, anni prima, era stato l’unico ad essere stato gentile con lei.

Quando un gruppo di soldati la va a prendere, scoprirà che Werner, figlio del capo della Restaurazione la vuole usare come arma di tortura, ma Juliette non vuole certo farsi usare e scoprirà inoltre che Adam è un soldato in incognito a lei assegnatole, oltre che l’unico che riesce a toccarla..

La trama è molto interessante e, soprattutto, grida SHIP!

Juliette è un personaggio davvero interessante. All’inizio è totalmente pazza, ma dopo 264 giorni in totale isolamento chiunque sarebbe diventato pazzo. All’inizio si farà trasportare dagli eventi ma imparerà a farsi valere e ad usare il suo potere come un dono e non come una maledizione.

Credo sia estremamente importante che i personaggi si evolvano durante la loro storia, un personaggio che rimane statico, nella maggior parte dei casi, è noioso. Perché scrivere di qualcuno che rimane sempre uguale?

Adam, invece, è adorabile. Il classico ragazzo d’oro e tale rimarrà fino alla fine.

Ma il personaggio che mi ha affascinata di più è Werner (il cattivo, ovviamente), credo ci sia altro sotto la facciata di mostro con cui l’hanno rappresentato in shatter me e credo che nei prossimi libri avrà molte sorprese da riservarci e, forse, arriverò quasi a shipparlo con Juliette!

Spero pubblichino presto i seguiti anche se credo che nel frattempo li leggerò in inglese!

Voto: 4 pan di stelle

 

Annunci

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. Nancy Aiello ha detto:

    Io ce l ho in lettura attualmente interrotta, fin’ora non e’stato così travolgente, e perché sto cercando di finire due libri 📚… Ma dopo aver la tua opinione mi sento più motivata a terminarlo. Sembra avvincente rispetto a quello che ho letto fino adesso.

    Liked by 1 persona

    1. All’inizio è un po’ noioso (lei è noiosa) ma dopo posso assicurarti che prende 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...