The Program di Suzanne Young: recensione

the program

Sloane sa perfettamente che nessuno deve vederla piangere. La minima debolezza, o il più piccolo scatto di nervi, potrebbero costarle la vita. In un attimo si ritroverebbe internata nel Programma, la cura ideata dal governo per prevenire l’epidemia di suicidi che sta dilagando fra gli adolescenti di tutto il mondo. E una volta dentro, Sloane dovrebbe dire addio ai propri ricordi… Perché è questo che fa il Programma: ti guarisce dalla depressione, resettandoti la memoria. Annullandoti. Così, Sloane ha imparato a seppellire dentro di sé tutte le emozioni. Non vuole farsi notare, non ora che suo fratello è morto e lei è considerata un soggetto a rischio. L’unica persona che la conosce davvero è James, il ragazzo che ama più di se stessa. È stato lui ad aiutarla nei momenti difficili, lui a farle credere che ci fosse ancora speranza. Ma, quando anche James si ammala, Sloane capisce di non poter più sfuggire al Programma. E si prepara a lottare. Per difendere i propri ricordi, a qualunque costo.

Immagina di vivere in una società dove anni prima è scoppiata un’epidemia di suicidi adolescenziali.

Per questo il governo ha creato il programma: se sei (o sembri) malato vieni preso e i tuoi ricordi vengono cancellati, al fine di eliminare la depressione.

Ogni minimo segnale può essere interpretato come l’inizio della malattia e vieni internato.

La protagonista, Sloane, ha visto morire il fratello un paio d’anni prima e, da quel giorno, l’unica persona con cui si può sfogare è il suo ragazzo, James.

Quando il loro migliore amico si suicida James crolla e viene internato, perdendo così ogni ricordo di Sloane che, per il trauma, verrà sottoposta anch’essa al programma.

Riuscirà a mantenere i ricordi di James?

Cosa sei disposta a fare per salvare i tuoi ricordi? 

Questo libro mi è piaciuto molto.

In un mare di distopic che seguono l’onda di Hunger Games e Divergent Suzanne Young ha saputo creare un mondo simile e diverso dal nostro.

Non avevo mai letto nulla di simile e ho apprezzato molto l’originalità di questo romanzo tant’è che ho letto sia questo che il seguito nel giro di un weekend!

Sloane, la protagonista, riesce ad essere l’eroina perfetta anche senza poteri paranormali, abilità belliche e tutte le caratteristiche dei protagonisti dei nostri libri preferiti.

Lei e James, poi, sono una coppia fantastica!

Non si tratta di un amore che sboccia durante la vicenda ma un amore già consolidato e forte.

Poi c’è Michael Realm, il migliore amico di Sloane all’interno del programma, di cui non vi parlerò per non spoilerarvi nulla 😛

Il mio voto?

Pan_di_stellePan_di_stellePan_di_stellePan_di_stelle

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...